Il percorso da seguire, le opportunità professionali, i guadagni e i corsi per chi decide di intraprendere la carriera di assicuratore.

Il lavoro di assicuratore resta tra i più ambiti per chi ha una buona propensione alle vendite, anche in virtù delle alte aspettative di guadagno tradizionalmente associate a questo settore. Innanzitutto, per affermarsi è fondamentale acquisire una solida esperienza sul campo e possedere una spiccata attitudine commerciale e organizzativa. Per raggiungere un buon volume d’affari, in altre parole, bisogna fare un po’ di gavetta e dimostrare un ottimo talento di venditore, requisiti irrinunciabili per accedere a un maggiore grado di responsabilità e a guadagni più interessanti.

Le Assicurazioni oggi, al pari del settore bancario, sono in una fase di profonda trasformazione grazie alla digitalizzazione. Nel settore stanno diventando fondamentali nuove figure professionali e le Compagnie, per abbracciare il cambiamento ed essere innovative, puntano anche sui giovani e sulle startup, hanno bisogno di sviluppare una nuova relazione con i clienti e in particolare i millennial ( i nativi digitali tra i 22 e 34 anni, sono clienti con esigenze diverse e abitudini di acquisto diverse rispetto ai loro predecessori)
Per chi cerca opportunità di carriera, questo è il momento migliore per lavorare nel settore assicurativo.
Vediamo qual’è il percorso da seguire e quali sono le opportunità professionali per chi decide di intraprendere la carriera di assicuratore?

Per sviluppare le proprie competenze è necessario sostenere un periodo di formazione presso un’Agenzia/Broker in veste di collaboratore. Acquisire una solida esperienza sul campo – nel ruolo di venditore, produttore e subagente assicurativo – è fondamentale per imparare come trovare nuovi clienti e come gestire gli aspetti organizzativi dell’attività. Una volta perfezionate queste doti, è possibile sostenere l’esame e conseguire l’iscrizione al RUI, il Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi.
L’assicuratore può scegliere fra due figure professionali, quella dell’Agente assicurativo (sez. A del Rui) e quella di Broker di assicurazione (sez B. del Rui). Nel primo caso, il professionista opera su mandato della compagnia mentre nel secondo agisce per conto del cliente, individuando le opportunità e le coperture più in linea con le sue esigenze specifiche.

Il guadagno di un  assicuratore è molto variabile e dipende essenzialmente dalla capacità di fidelizzare i clienti e di espandere il proprio volume d’affari. La remunerazione è data dalle provvigioni ottenute, ossia dai guadagni legati all’acquisizione di nuovi contratti, alla gestione dei contratti stessi e all’incasso dei premi assicurativi.

Per ampliamento rete commerciale, sto cercando un paio di nuovi intermediari assicurativi, sia neofiti che già abilitati. Se sei interessato puoi mandarmi il tuo curriculum via mail: antonio@antonioarborebroker.it.

Privacy Policy